Slow Food Day: in tavola un futuro migliore. Orto Botanico, 21-22 aprile

Eventi in 100 piazze per la festa di Slow Food Italia, dedicata quest’anno alla scoperta delle farine. Attività educative per grandi e piccoli, degustazioni e cene, mercati e tanto divertimento!

Lo Slow Food Day di quest’anno è tutta farina del nostro sacco! Il tradizionale appuntamento primaverile di Slow Food Italia è dedicato infatti al grano tenero e alle farine, ingrediente primario della nostra dieta di cui però, troppo spesso, non sappiamo abbastanza.

La giornata di sabato 21 aprile, all’insegna del motto Mettiamo in tavola un futuro migliore, è un’occasione per approfondire la nostra conoscenza delle varietà di farine, da come vengono macinate e miscelate ai migliori utilizzi in cucina. Ogni passaggio nella filiera, infatti, ha ricadute sulla quotidianità, sui nostri paesaggi e sul prezzo del prodotto finito. Che dire poi di intolleranze e allergie? Il tema è letteralmente esploso in questi ultimi anni, ma equivoci e disinformazione la fanno da padroni, così come gli escamotage delle grandi aziende di prodotti trasformati. Ma salute e benessere possono andare a braccetto con piacere e gusto. Per dare una risposta a questi dubbi, la rete di volontari e attivisti di Slow Food è pronta a mettere in campo attività educative per grandi e piccoli, degustazioni, pranzi e cene, iniziative nei mercati all’insegna della convivialità e della passione per il cibo buono, pulito e giusto.

Inoltre, grazie al supporto di Agugiaro & Figna – Sostenitore Ufficiale di Slow Food Italia e compagno di viaggio in questa ottava edizione dello Slow Food Day – in tutte le piazze consegneremo un sacchetto di farina a chi vorrà sostenere i nostri progetti, con i consigli e le ricette per il migliore utilizzo in cucina. Per prepararci al meglio, intanto, abbiamo pensato a un questionario tutto dedicato alle farine: per capire dove i consumatori le acquistano, quali siano le loro preferenze, a cosa si fa attenzione in etichetta. Il questionario è disponibile online e verrà distribuito nei banchetti di Slow Food insieme al materiale informativo.

Ma lo Slow Food Day vuole anche raccontare al grande pubblico cosa fa l’associazione, quali sono i suoi progetti e quale futuro è impegnata a costruire. Dagli Orti in Africa agli orti scolastici italiani, dalla catalogazione dei prodotti da salvare, facendoli salire sull’Arca del Gusto, ai Presìdi Slow Food, progetti concreti per tutelare la biodiversità e i saperi tradizionali: tutto questo è possibile con il sostegno dei nostri soci.

A Palermo, Sabato 21 e Domenica 22 Aprile, sarà possibile incontrare i seguenti Presìdi:

  • Cipolla di Giarratana
  • Albicocca di Scillato
  • Fragola di Sciacca e Ribera
  • Sesamo di Ispica
  • Cipolla paglina di Castrofilippo
  • Comunità del cibo dell’Arancia di Scillato

Diventate anche voi protagonisti! Oltre a compilare il questionario sull’uso delle farine (in piazza oppure online) potete rimanere sintonizzati visitando il sito nazionale dello Slow Food Day. 

Annunci