Slow Food Palermo rinnova il Consiglio di Condotta

Ai Soci di Slow Food Palermo
Palermo, domenica 18 marzo 2018

Mario Indovina

Come da statuto, il Comitato di Condotta di Slow Food Palermo dovrà essere rinnovato tra aprile e maggio prossimi, i programmi aggiornati. Tutti i Soci possono partecipare alla realizzazione di un nuovo dossier che conterrà il programma per il prossimo biennio (a titolo di esempio, si veda sotto il “dossier 2011” di Palermo, ndr).

Le idee, proposte ed eventuali progetti potranno essere inviati, entro e non oltre il 31 Marzo p.v., alla mail fiduciario@slowfoodpalermo.com in modo da poter essere valutati ed eventualmente inseriti in un nuovo dossier attualmente da me in preparazione, così come potranno essere comunicate le candidature per il nuovo direttivo o ancora la volontà di proporre un dossier autonomo alternativo a quello che verrà comunque presentato da alcuni consiglieri uscenti.

Personalmente, non essendo più rieleggibile quale fiduciario, collaborerò con lealtà con il nuovo direttivo che sarà eletto dall’Assemblea dei Soci (mi candiderò comunque come consigliere).

A breve presenterò il consuntivo di questi splendidi otto anni che hanno visto la nostra Condotta protagonista di progetti di successo e che oggi risulta tra le più attive e numerose d’Italia.

Ringrazio tutti, ma lo farò in modo più formale, per la fiducia e l’appoggio che mi avete voluto concedere in questi anni e porgo cordiali saluti.

Mario Indovina
fiduciario di Slow Food Palermo

 


Documenti di Programma
DOSSIER DELLA CONDOTTA SLOW FOOD PALERMO
Palermo, 5 novembre 2011

Su proposta del Coordinatore provvisorio Mario Indovina, in data 5 Novembre 2011, viene stilato questo documento ad integrazione del dossier precedente che viene di fatto modificato come segue:

I componenti del Comitato provvisorio: Carlo Bargione, Elvira (Lella) Feo, Federica Giliberti, Mario Indovina, Francesco Pensovecchio, Filippo Tornambè ed Ambrogio Vario, fanno proprie le osservazioni e le proposte della Direzione Nazionale ed approvano il seguente programma quale definitivo dossier della Condotta Slow Food Palermo.

• La Condotta di Palermo fa proprie tutte le iniziative in tema di legalità, il coordinatore Mario Indovina ed il segretario Filippo Tornambè si relazioneranno con tutte le associazioni schierate in tal senso: Addiopizzo e Libera a titolo esemplificativo ma non esaustivo. I Soci della condotta non faranno mancare il sostegno alle manifestazioni legate al rispetto dei principi di libertà e legalità, con particolare attenzione alla salvaguardia del territorio e alla tutela dei diritti dei più deboli.

• La diffusione dei principi e delle tematiche Slow Food è un altro dei punti qualificanti del programma, con particolare attenzione al mondo dei giovani; al riguardo i componenti del comitato cercheranno di coinvolgere i Soci nelle attività previste dal programma. Federica Giliberti e Francesco Pensovecchio si occuperanno di questo aspetto insieme alla giovane Socia Federica Alessi.

• In tema di diffusione delle tematiche Slow Food, TERRA MADRE avrà un ruolo fondamentale e saranno sviluppate varie iniziative:

1. Recupero dei terreni produttivi abbandonati e/o in via di abbandono per mancanza di cure da parte dei proprietari per mancanza di ricambio generazionale, coinvolgendo le istituzioni a salvaguardare le produzioni locali e invitandole a riflettere sui disastri che implicano i terreni abbandonati sia in termini di mancato guadagno che in termini di salvaguardia del territorio. Referenti per questa parte del programma saranno Carlo Bargione ed Ambrogio Vario, per la loro competenza tecnica, e saranno coadiuvati da Filippo Tornambè.

2. La ricerca delle tipicità del territorio, la loro salvaguardia e la valorizzazione attraverso la ricerca per il recupero di ricette tradizionali sarà affidata al nostro Socio Roberto Garufi e a Lella Feo.

3. La Condotta si popone di creare una rete di produttori che rispettino i requisiti stabiliti da Slow Food, in particolare in tema di biologico e adeguamento ai cicli produttivi naturali, per creare dei gruppi di acquisto solidale, implementare quelli esistenti ed incoraggiare l’organizzazione di una vera e propria rete di produttori ed acquirenti solidali. Lella Feo e Carlo Bargione ne saranno i referenti.

4. Il grano e i sui derivati sono da sempre fonte di grandi tradizioni in Sicilia: l’utilizzo del grano autoctono del territorio e la loro valorizzazione sarà argomento di incontri negli istituti scolastici di ogni ordine e grado e di incontri aperti al pubblico. Responsabili del progetto Ambrogio Vario e Lella Feo.

• Il tema dell’alimentazione come stile di vita per la prevenzione delle malattie, nel rispetto delle tradizioni territoriali, della stagionalità e di un corretto apporto calorico, avrà un ruolo rilevante nell’azione della Condotta quale mezzo di divulgazione dei principi Slow Food verso un pubblico sempre più vasto, coinvolgendo le istituzioni, le altre associazioni, le scuole, gli ospedali, le associazioni sportive in convegni e dibattiti sull’argomento. Referenti Marina Pandolfo e Gianluigi Savoia (medici) alla quale speriamo di affiancare altri medici Soci o ex Soci (Renata Lanzino e Francesca Di Bernardo in particolare).

• La convivialità e il rapporto con i produttori hanno sempre contraddistinto le attività della Condotta, l’organizzazione di eventi didattici o di manifestazioni enogastronomiche, con l’appoggio dei produttori dei Presidi che insistono sul territorio, può essere un buon mezzo di divulgazione dei prodotti salvaguardati da Slow Food ma anche un modo per raccogliere i fondi per l’adozione di un ORTO IN AFRICA, impegno che la Condotta di Palermo intende portare a compimento. Responsabili del progetto Federica Giliberti, Mario Indovina e Francesco Pensovecchio.

• Etichettatura e tracciabilità dei prodotti sono temi molto cari a tutti noi: faremo una grossa campagna e ci mobiliteremo per far approvare dei sistemi semplici, chiari e visibili per distinguere inequivocabilmente i prodotti locali e di qualità. Referenti Mario Indovina ed Ambrogio Vario.

• Per le relazioni con la Sede, con le istituzioni e per la partecipazione a convegni, fiere, manifestazioni enogastronomiche e quant’altro sarà responsabile Mario Indovina.

• Responsabili per i rapporti con la FIPE per l’individuazione e la divulgazione dei programmi presso i pubblici esercizi Mario Indovina e Roberto Garufi, per la FIPE Gigi Mangia

• Rapporti con i soci, sito internet e comunicazione: responsabili Filippo Tornambè e Francesco Pensovecchio

Tutti i componenti del comitato dichiarano esplicitamente ed espressamente il nulla osta e piena e assoluta disponibilità alla collaborazione con tutti quei Soci che vorranno occuparsi fattivamente dell’attuazione del programma.

(seguono firme dei presenti)

 

Annunci