Cinema/Curiosità/Viaggi

Lo Street Food e la sezione gastronomica del Festival del Cinema di Berlino

di Francesco Pensovecchio

Kosslick Dieter zu Besuch beim Street Food.

Kosslick Dieter in visita all’Heisser Hobel

Cinema, Berlino, (Street) Food. E’ un trittico di successo, con poco fumo e tanto arrosto. Il Festival internazionale del Cinema di Berlino 2016, in calendario il prossimo febbraio, riprende dal Market Street Food. Una delle sezioni del festival, infatti, è dedicata al cibo. Da dieci anni anni il “Kulinarisches Kino” curato da Thomas Struck, indaga la produzione alimentare e tutto ciò che è legato al cibo, cultura, società, politica. Ma qui si va oltre il cinema: innanzitutto sarà di nuovo disponibile un’area dove saranno proposte bontà gastronomiche provenienti da tutto il mondo, selezionate da Slow Food, e offerte in strada da stand ambulanti. I camioncini, anzi, i trucks saranno posizionati presso la via Joseph-von-Eichendorff-Gasse, all’angolo con la Alte Potsdamer Strasse, praticamente nel cuore del festival. La parola d’ordine è piatti di stagione, preparazioni espresse, zero pesticidi, tanto sapore. E’ un’alternativa, dice il patron del festival Dieter Kosslick, ad una strada senza vie d’uscita imposta dall’industria alimentare.

L’idea nasce da una collaborazione a tre tra il Kulinarisches Kino, il mercato alimentare Markthalle 9 e Slow Food Berlino. Tra gli espositori, “Heisser Hobel” con spätzle al formaggio dell’Algovia; il “Big Stuff Smoked BBQ” con della succosa spalla di maiale; o il “Caffè 9”, con della deliziosa pasticceria di Sironi. Nikolaus Driessen, uno dei tre manager di Markthalle Neun, conferma che il trend mondiale, già in favore dello street food, si è molto si sviluppato a Berlino, soprattutto in questi anni di intense migrazioni. La città è un crocevia internazionale di culture e tradizioni diverse. In tal direzione, c’è una iniziativa molto particolare in favori dei rifugiati a Berlino. Si chiama “Uber den Tellerrand kochen”, che tradotto letteralmente significa “cucinare oltre il bordo del piatto”, ovvero andare oltre, guardare al vero significato delle cose, in questo caso grazie alla cucina e al cibo. Durante questo particolare evento, uno chef stellato italiano, Roberto Petza del ristorante S’Appostentu di Siddi (VS), cucinerà insieme ai rifugiati dei piatti di cucina mediterranea.

 

Film Festival di Berlino 2016
dal 11 al 21 febbraio 2016
https://www.berlinale.de
Markthalle Neun
Eisenbahnstraße 42-43
Berlino
http://markthalleneun.de

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...