Medicina

L’angolo della donna: prevenire l’osteoporosi. Di Marina Pandolfo

Prevenire l’osteoporosi
di Marina Pandolfo, socio Slow Food Palermo
Dirigente Medico , U.O.C. Ginecologia e Ostetricia

Endocrinologia Ginecologica
Ospedale Buccheri La Ferla Fbf Palermo

Lo stile di vita inteso come dieta e attività fisica può influenzare lo sviluppo delle ossa nelle giovani e il tasso di perdita di massa ossea in epoca post-menopausale. Dopo i 20 anni, l’assottigliamento delle ossa è un processo naturale che non può essere fermato.. Le ragazze devono essere consapevoli del loro rischio di osteoporosi e dell’importanza delle strategie  per rallentarne la progressione e prevenire le fratture.
Una strategia intelligente e a buon mercato per investire sul proprio scheletro è quella di seguire una dieta bilanciata, perché inclusiva di micro-nutrienti (minerali e vitamine) e macro-nutrienti (proteine, grassi e carboidrati) nelle giuste proporzioni.
La prevenzione dell’osteoporosi inizia in giovane età con uno sviluppo ottimale della massa ossea : le ossa sono tessuti viventi, e lo scheletro cresce continuamente, dalla nascita fino alla fine degli anni dell’adolescenza, raggiungendo un punto di forza e dimensioni massime (picco di massa ossea) nella prima età adulta, intorno ai 20 anni .
Si stima che un aumento del 10% del picco di massa ossea nei bambini riduca il rischio fratturativo durante la vita adulta, del 50%. La massa ossea acquisita durante la giovinezza è un fattore determinante sul rischio di frattura osteoporotica negli anni  successivi : maggiore è il picco di massa ossea, minore è il rischio di osteoporosi.
Raggiunto il picco di massa ossea, la qualità dell’osso è  mantenuta da un processo chiamato rimodellamento. Questo è un processo continuo, in cui  l’osso vecchio è rimosso (riassorbimento) ed è formato nuovo osso  (formazione). Durante l’infanzia e l’inizio dell’età adulta, la formazione ossea è più importante del riassorbimento osseo  ma , con l’avanzare dell’età, il tasso di riassorbimento osseo è maggiore del tasso di formazione ossea e ciò comporta un assottigliamento delle ossa.
Qualsiasi fattore che provochi un più alto tasso di rimodellamento osseo alla fine porterà a una più rapida perdita di massa ossea e ad ossa più fragili.
Cosa si consiglia per prevenire l’osteoporosi ?
•       l’adesione ad una dieta equilibrata con adeguato contenuto di calcio e di proteine
•       l’ esecuzione di una regolare attività fisica
•       la cessazione del fumo e l’astensione dall’eccessivo consumo di alcolici
•       l’apporto di adeguate quantità di vitamina D.
Sempre…….dall’infanzia all’età avanzata!

Marina Pandolfo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...